#news

Fatti sentire in Europa – Salute e welfare europeo

Home > News

[column width=”1/1″ last=”true” title=”” title_type=”single” animation=”none” implicit=”true”]

Ci siamo più volte detti che “ne saremmo usciti migliori” ma dopo due anni di crisi pandemica mondiale ne siamo ancora convinti? E possiamo dire lo stesso delle nostre istituzioni?

Grazie anche alla pandemia ci siamo accorti che siamo immersi in bolle (o filter bubbles) che ci espongono a idee e notizie in linea solo con il nostro punto di vista e questo ci spinge verso interpretazioni sempre più parziali dei fenomeni globali e delle politiche pubbliche realizzate dalle nostre istituzioni.

Queste bolle investono in particolare temi importanti che ci toccano da vicino – la crisi climatica, la salute, il mondo del lavoro – polarizzando le opinioni, riducendo la possibilità di confronto e crescita e generando un senso di sfiducia e scetticismo verso il cambiamento sociale.

E quindi, come possiamo dare un contributo attivo, dal basso e come cittadini ai temi più caldi del nostro tempo?

Ci proviamo con il ciclo di workshop “Fatti sentire in Europa“, parte dei progetti NextGenU Mix The Bubbles, che mirano ad alimentare il dibattito giovanile in 14 centri culturali su tematiche cruciali in Europa, sfidandoci a diventare noi stessi policy maker europei per un giorno.

Questo workshop si focalizza sul tema salute e welfare in Europa.

Ci accompagneranno in queste due giornate Francesca Maoli, professore e ricercatrice presso l’Università di Genova ed esperta di Diritto dell’Unione Europea e policy, e Davide Colombo, professore presso l’Università del Piemonte Orientale e docente per il Master Europeo in Medicina dei Disastri.

In primis, le cose importanti: giocare! Per conoscerci ci cimenteremo in un gioco di ruolo sul tema della partecipazione.

Faremo poi un viaggio insieme a Francesca Maoli tra i palazzi di Bruxelles e Strasburgo per capire cosa si fa tutti i giorni all’interno delle istituzioni europee e cosa possono fare i cittadini per far sentire la loro voce!

Il secondo giorno proseguiremo con un affondo sul tema di salute e welfare in compagnia di Davide Colombo: cosa ci hanno insegnato due anni di pandemia su come l’UE e i Paesi possono legiferare e cooperare per difendere i cittadini da nuove emergenze sanitarie o da vecchi problemi strutturali di welfare e assistenza? Ne parleremo insieme immaginando anche di dare il nostro piccolo contributo alle future politiche pubbliche europee, riflettendo si come migliorare quelle attuali e proponendo nuove iniziative legislative dal basso.

Le proposte ideate in modo partecipato durante queste due giornate verranno caricate su una piattaforma e valutate da un gruppo di esperti. Una volta finalizzate, saranno pubblicate sulla piattaforma in modo accessibile a tutti e potranno essere votate.

creatori delle proposte più votate saranno selezionati per vincere un viaggio di due giorni per partecipare all’evento finale del progetto!

Iscrizione obbligatoria
www.thegoodlobby.it/eventi/fatti-sentire-in-europa-salute-e-welfare-europeo

Giorno 1 – Online – Evento gratuito
14:30-17:30
Unione Europea e policy: come funziona?
Con Francesca Maoli

Università di Genova
Parleremo assieme di come funzionano le norme dell’Unione Europea e di come ideare, scrivere e intervenire sui processi legislativi in corso. Rifletteremo prima di tutto sul perché è importante partecipare, per poi capire chi sono i portatori d’interesse chiave e come contattarli.

Giorno 2 – In presenza – Evento gratuito (pranzo offerto ai partecipanti)
09:30-18:00
Quando (e come) l’UE coopera per far fronte alle emergenze
Con Davide Colombo
Università del Piemonte Orientale
Ci sono contesti in cui l’Unione europea è in grado di cooperare, di rappresentare un punto di riferimento e di organizzare risposte immediate ed efficaci contro le emergenze sanitarie e sociali. Ci sono altri casi invece in cui nazionalismi e indipendentismi dettano la linea, generando confusione, entropia e caos. La pandemia da Covid-19 ci ha visto rispondere in molti modi: dapprima trincerandosi ognuno dietro i propri confini e delineando le proprie regole di gestione interna al Paese; successivamente elaborando il più grande programma di supporto straordinario mai partorito dall’Unione, il Next Generation UE. Sarà questo strumento utile a farci cooperare di più tra Paesi UE, aiutandoci a far fronte alle prossime emergenze?

Il ciclo “Fatti sentire dall’Europa” si inserisce all’interno dei workshop del progetto NextGenU, sostenuto da Compagnia di San Paolo, e del progetto “Mix The Bubbles”, finanziato dalla Commissione Europea.

[/column]

Facebook
WhatsApp
LinkedIn

Prossimi appuntamenti

Sfom-Academy-26-1024x1024-1
18 Dic
Workshop di Batucada “La cultura musica africana nella musica brasiliana”
¶StrangerNights
15 Dic
Stranger Nights | Stand by me - Ricordo di un'estate
¶StrangerNights
18 Dic
Stranger Nights  | E.T. l'extraterrestre