Ci sono mille modi e strumenti per raccontare storie. Quella del cantastorie è una figura ancestrale che unisce le origini dell’uomo e le sue tradizioni, dal mondo occidentale a quello orientale ed africano. Un incontro di mondi e di tradizioni che vestirà una inedita forma in “Senza inchiostro. Griot musicien, musicien griot”, che si terrà in Cittadella dei Giovani da sabato 21 a lunedì 23 maggio.

Un evento che è a suo modo un incontro storico tra due culture apparentemente così lontane, e tuttavia profondamente umane: Adama Dramégriot del Burkina Faso, artista del djembé e della musica e tradizione africane, insieme a Sandro Boniface, depositario della musica tradizionale francoprovenzale, in particolare con i suoi Trouveur Valdotèn, accoglieranno i partecipanti in un laboratorio fatto di musica, di racconti, di ascolto.

Il culmine dell’evento sarà la performance di lunedì 23 maggio dalle 18.30 con Adama Dramé, Sandro Boniface con i Trouveur Valdotèn ed i partecipanti al laboratorio, che si esibiranno raccontando in musica le loro storie.

Il laboratorio si tiene sabato 21 maggio dalle 15 alle 18, domenica 22 dalle 10 alle 12 e dalle 14 alle 17, e lunedì dalle 15.30 alle 17.30.

Per informazioni ed iscrizioni: 0165 35971 – info@cittadelladeigiovani.it

“Senza inchiostro” è organizzato a cura di Consorzio Trait d’Union, progetto V.A.L.I. – verso l’autonomia, il lavoro, l’inclusione, FAMI – Fondo Asilo, Migrazione Integrazione 2020, Tamtando-aps. Trouveur Valdotèn, Cittadella dei Giovani di Aosta, e realizzato all’interno del progetto V.A.L.l. – Verso l’autonomia, il lavoro, l’integrazione.

Write a comment:

*

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

© 2015 Cittadella dei giovani | Made with love by bioandjules.
Seguici: