17
febbraio
10:00 — 17:00
Cittadella
via Garibaldi, 7

Aosta, 11100
50€
Caricamento Eventi
  • Questo evento è passato.

La danza Odissi è uno stile di danza classica dell’India sviluppatosi nello stato indiano dell’Orissa. La sua storia può essere fatta risalire al II secolo A.C.

Sabato 17 febbraio, la Cittadella dei Giovani dà la possibilità a tutti gli interessati – ma anche ai curiosi – di avvicinarsi a questo affascinante e antico ballo, grazie al Seminario di danza Odissi tenuto dall’insegnante e danzatrice Silvia Vona. Il seminario, che durerà dalle 10 alle 17, ha costo di 50 euro per tutta la giornata, con le iscrizioni possibili direttamente in Cittadella.

L’Odissi nasce principalmente dalla confluenza di due tradizioni: quella delle Mahari, danzatrici-sacerdotesse consacrate al culto di Jagannath, e quella dei Gotipua, giovanissimi danzatori che con vesti femminili per secoli si sono esibiti all’esterno delle mura del tempio. L’Odissi è rinata negli ultimi 50 anni come risultato di una riscoperta culturale e di una ricostruzione filologica da parte di alcuni maestri e giovani danzatori dell’Orissa. Stile raffinato ed elegante per via delle sue pose scultoree, richiama sia la tradizione classica del teatro-danza indiano sia forme autoctone specifiche. Il repertorio spazia da brani di danza pura, ritmica o ‘nritta’ a brani di danza espressiva o ‘nritya’ che elaborano testi poetici o mitologici.

Oggi l’Odissi è una danza classica indiana ben consolidata e codificata, una danza di gioia intensa, di passione e di amore, che unisce elementi femminili e maschili, danza pura e racconto, divino ed umano.

Lo stile
L’Odissi include sia movimenti femminili, dolci e aggraziati, sia elementi maschili, potenti e vigorosi. Le posizioni statuarie del corpo che si ispirano ai rilievi scultorei dei templi, i ritmi percussivi dei piedi, i gesti delle mani, i movimenti degli occhi, i movimenti del torso e le varie espressioni del volto rendono questo stile fluido, raffinato, elegante ma anche con un forte e meraviglioso senso del controllo interno e dell’equilibrio.

Silvia Vona è una danzatrice di Odissi, insegnante e performer. Inizia la sua formazione a Roma concentrandosi inizialmente sulla danza contemporanea a cui, negli anni, affianca lo studio del teatro gestuale con il maestro Isaac Alvarez (primo allievo di J. Lecoq), dell’acrobatica, della composizione coreografica e una quadriennale collaborazione con la compagnia ‘Teatro Instabile di Aosta’ . Nel 2010 consegue la Laurea in Lingue e Civiltà Orientali presso l’Università di Roma La Sapienza. Dal 2008 si avvicina alla danza indiana, studiando prima Dasi Attam nello stile di Muthuswami Pillai con Tiziana Leucci, poi Gotipua e Chau con i maestri della compagnia indiana Milòn Mèla diretta da Abani Biswas (allievo di Jerzy Grotowski).
Dal dicembre 2009 si dedica completamente allo studio della Danza Odissi con la maestra e coreografa Rina Jana (allieva di Guru Kelucharan Mohapatra) in India, presentando spettacoli sia come solista sia con l’Ensemble di Rina Jana in Festival di danza tra India e Italia. Vince per due anni consecutivi (2014/2015, 2015/2016) una prestigiosa borsa di studio concessa dal Consiglio Indiano per le relazioni Culturali (ICCR,) che ha riconosciuto meritevole di sostegno i risultati da lei ottenuti nello studio della danza Odissi.

Il seminario
Nel seminario i partecipanti vengono avvicinati ed introdotti al ricco e tradizionale vocabolario tecnico ed espressivo della danza Odissi. Particolare attenzione verrà data alla consapevolezza del movimento, all’allineamento del corpo, alla gestione del baricentro e della postura a partire dalle articolazioni e dal movimento interno del corpo. Verranno esplorate le potenzialità espressive, la relazione del corpo con lo spazio, le basi techinche dell’Odissi, brevi sequenze ritmiche ed una invocazione danzata.
Parte 1:
– Riscaldamento con esercizi specifici della danza Odissi.
– Studio delle posizioni fondamentali della danza Odissi: Chouka e Tribhanga e le sequenze ritmiche basate su queste due posizioni.
– Studio dei Bhangi (posizioni del corpo)
– Posizioni dei piedi e Hastamudra (il linguaggio delle mani).
– Studio dei movimenti del torso, degli occhi, del collo, della testa.
Parte 2:
– Insegnamento di brevi sequenze ritmiche.
– Approfondimento di un brano del repertorio tradizionale.

 

Dettagli

Data:
febbraio 17
Ora:
10:00 - 17:00
Prezzo:
50€
Categorie Evento:
, ,